"La bellezza è negli occhi di chi guarda."

Dedichero' questo blog ad atti casuali e non di arte ed espressioni in tutte le forme che riusciro' a concepire, siano esse solo idee, abbozzi o incompiuti.
Alcune volte il risultato sarà un nonsense, ad ogni modo anche cio' che non capiamo ha un suo perchè.
Il bello sta nel giocare...

giovedì 10 gennaio 2013

Tentativo di spiegare la tecnica con penna a sfera - cap.02

.. O, PIU' CHE ALTRO, AMPLIAMENTI E PRECISAZIONI VARIE.

Rieccomi !  =)
Pensavo : " arriverà il giorno in cui non saltero' un giorno "...  Piccolo gioco di parole. ;))
...
Non vedo l' ora di riuscire a completare il piu' possibile la pseudo - spiegazione di come faccio ad usare la penna a sfera.
Io ho notato che è difficile descriverla perchè per curiosità mi sono messa a cercare nel web se esistono altri tentativi  teorici o addirittura pagine tecniche vere e proprie su questo metodo... Risultato : o non ho cercato a fondo o non esistono vere spiegazioni se non storiche ( ho trovato una tesi e diversi siti ), tecniche ma riguardano piu' che altro i componenti che costituiscono la penna e alcuni metodi per farla scrivere quando si blocca. Ho trovato anche qualcosa sul difetto di tale strumento di fare grumi con l'inchiostro. Insomma, su come effettivamente usarla in modi alternativi, spiegandolo il piu' possibile nel dettaglio, no. ( Ma le domande esistono eccome ... E non solo su Yahoo Answers ). E' curioso.
In compenso, ho trovato qualcuno che parlava di aver scoperto l'esistenza di un certo avvocato che per hobby utilizza la penna a sfera e fa davvero  meraviglie , ecco il link :  " avvocato - artista "  e di un formidabile artista di tale strumento, ecco il link di  Juan Francisco Casas ... Disegnando iperrealisticamente assurdamente divinamente ( leggera invidia ! ). Non ho la loro pazienza nè la loro bravura.
I videos , comunque , sono piu' facili da trovare, il video è immediato per la comprensione...
Per facilitarmi io stessa potrei cercare di farne uno illustrando passo passo l'utilizzo della penna a sfera.
Credo lo faro', piu' avanti, , quando saro' piu' brava ...

Invece di inserire ampliamenti , precisazioni , probabilmente anche immagini e altro nel vecchio post , per non confondere tutto , in questa nuova pagina alias Capitolo 2 sulla tecnica con penna a sfera , prendero' frasi rimaste incomplete e parti varie del Cap.01 sulla tecnica con penna a sfera e m' impegnerò ad approfondire e a continuare a spiegare ... Credo serva anche a me stessa , in quanto , facendo molte cose in modo automatico e quindi senza pensarci troppo , non mi pongo domande o non mi osservo abbastanza ...Anzi , probabilmente lo faccio , sì , ma senza accorgermene .
Non capita anche a voi , nella vita ?

Ecco, volevo cominciare con il primo dettaglio che mi è sfuggito : una connessione fra il mio mancinismo e la penna , è che i due hanno un feeling particolare ... Si trovano comodi , sono " pappa e ciccia ", direi :  ho imparato tutto con la penna , mi sporcavo e sporcavo tutto col suo inchiostro , è semplice coi suoi pochi colori , grezza direi, quanto grezza sono io impugnando il suo corpo piu' o meno sottile ( ricordiamoci il " pennone " ), non devo usare temperini e gomme ( le ultime, anzi , sì , a modo mio ... ;)) ), ci sono altre motivazioni ma per non allungare troppo il fatto è che questo strumento , in sostanza , a me facilita il mio mancinismo ... Sento naturalezza , come quando bevo l'acqua.
Sì , piu' che con qualsiasi altro mezzo , anche se ovviamente non è l'unico.
Tutto qui.

Nel primo post , insisto sul fatto che la penna a sfera è difficile da controllare e ci vogliono decisione e fermezza : mi sono accorta che il polso conta davvero tanto in questo, anche piu' della mano, anzi direi che "dirige" la mano, in un certo senso . Il polso deve risultare fermo ma flessibile, non rigido. La flessibilità serve per dare "spazio" alla mano di muoversi liberamente ed in sicurezza.
Ho notato che per me , il polso fa da "perno", si , lo "punto" come si punta un compasso ... La mano è il braccio del compasso... Cioè "mano + penna" -----> la quale è come un prolungamento del braccio e lascia i segni desiderati.
Funziona così : il polso dà un imput , uno scatto , l'avvio alla mano ... In realtà è un tutt 'uno con la vostra testa , i vostri nervi , il cuore ( perchè no ) ... In sostanza la penna fa solo quello che le dite di fare .
Il polso serve anche per la parte importantissima delle inclinazioni che fate assumere allo strumento che tenete in mano.
Per quanto riguarda segno ed inclinazione , avevo parlato delle parti tecniche che costituiscono una penna ma non sono stata precisa : dicendo che uso la parte della punta a cono tronco cavo che contiene metà sfera della penna a sfera , ho scordato di dire che uso principalmente quel pezzo  minuscolo di solito metallico nel quale è infilata la cannuccia di plastica che contiene l'inchiostro della penna.


Ecco, con l'immagine ingrandita della punta di una penna a sfera trovata nel web , si puo' notare la parte visibile della sfera e dove essa è contenuta. Notare che le parti a cono tronco sono 2 : quello di cui io parlo e al quale mi appoggio è proprio quello che nell'immagine è piu' chiaro e direttamente a contatto con la sfera della penna ( se osservate bene ), è molto piu' piccolo e a sua volta è incastrato in un'altro cono tronco piu' largo ( nella figura è piu' scuro ). Qui si vedono bene i " gradini ", quei punti ai quali variamente mi appoggio e che mi aiutano a controllare inchiostro e segno.
Una particolarità : con certe inclinazioni non solo si lascia un segno con l'inchiostro ma esso viene " tirato " dal metallo del gradino che appoggiandosi con un certa pressione sulla carta , " incide " ed è come se cambiasse la tonalità del colore dell'inchiostro che stò usando... E' come se il metallo lasciasse giù qualcosa di suo mischiandosi all'inchiostro.
Di fatto , io lo noto quando ( ormai non piu' per caso ma apposta ) inclino la penna in modo da strisciare la parte metallica che di solito mi dà un effetto " ombroso " al colore ... " Ingrigisce", rende " fumè ".
E questa è una parte che amplia le tonalità per le sfumature, che altrimenti avrebbero un chè di piatto.

Ho accennato ai " surplus " d' inchiostro in varie forme ( sbavature, grumi, troppo liquido ... ), non ho parlato dell'effetto gomma ! Ho detto che con la penna se si sbaglia, si sbaglia. E' vero se proprio non si puo' rimediare neanche camuffando come già descritto ... Ed è anche vero che anche se esistono gomme speciali per inchiostro , esso comunque non viene cancellato e non si tenti col bianchetto su un disegno !!!! Mai !!!!!
Ma ...  La normale gomma aiuta comunque e bisogna usarla sempre ad inchiostro ancora fresco.
Per questo insisto sul non indugiare e sulla velocità . Proprio per la caratteristica di questo inchiostro studiato apposta per asciugare in fretta.
La gomma , è un altro utile stratagemma che uso sia per " schiarire " ( e così se sbaglio mi è piu' facile nascondere e " trasformare " ) , sia per " tirare " il colore e sia per sfumarlo , usando soprattutto i suoi angoli o quei lati piu' sottili che si formano su una gomma, usandola . Ogni volta che la passerete velocemente su un punto con troppo inchiostro , abbiate cura di avere con voi un panno o anche carta igienica per ripulire per bene il punto della gomma che avrete usato e sporcato con l' inchiostro e ripetete l'operazione sul disegno se ce n' è bisogno. A volte, sulla gomma l'inchiostro tende ad asciugare leggermente meno velocemente e lo potete ancora sfruttare rispalmandolo, se serve.
Insomma , uso anche la gomma come un pennello o un tampone e così i cotton-fioc , utili anche per trasportare o esportare grumi e diminuire sbavature e macchie poichè il cotone assorbe.

Per il segno modulato uso anche roteare il corpo della penna su sè stesso , come una ballerina che gira su sè stessa tante volte ... Anche questo è un metodo per controllare grumi e quant 'altro , così , mentre la sfera rotea in piu' direzioni contemporaneamente , si " ripulisce " meglio dall' inchiostro accumulato e " ripassa ", pulita , sulle linee d' inchiostro sul foglio , tirandole ed " alleggerendole " dal " di piu' ".

Anche questa " puntata ", al momento , la concludo.
Ma non è finita qui !!!!!!!!!!




POST + POPOLARI